L’INDICE DI MASSA CORPOREA – IMC

 

Abbiamo parlato degli effetti negativi della ipoalimentazione prolungata e del sottopeso, ma cos’è il sottopeso? Il sottopeso è quella situazione in cui un essere umano si trova qualora pesi meno rispetto al suo peso ideale, che è comunemente calcolato attraverso l’uso dell’Indice di Massa Corporea (IMC).

L'INDICE DI MASSA CORPOREA - IMC

 

 

L’IMC si calcola dividendo il peso (in kg) per il quadrato dell’altezza (in metri) ed è ampiamente utilizzato come strumento di screening, grazie alla sua semplicità.

L'INDICE DI MASSA CORPOREA - IMC

L'INDICE DI MASSA CORPOREA - IMC

 L’IMC di una persona in sottopeso è tipicamente inferiore a 18,5 e viene definito lieve tra 18,5 e 17,5, moderato tra 17,5 e 16,0 e grave al di sotto dei 16,0 kg/m². In questo caso il peso è generalmente inferiore al 75% del peso ideale teorico e si verifica una situazione di inedia. Quando il peso è pari o inferiore al 50% di quello ideale, la sopravvivenza stessa è in forte pericolo!

L'INDICE DI MASSA CORPOREA - IMC

L'INDICE DI MASSA CORPOREA - IMC

L'INDICE DI MASSA CORPOREA - IMC

L’IMC è stato inventato dall’astronomo e statistico belga Adolphe Quetelet nel XIX secolo, che era interessato a studiare la distribuzione delle caratteristiche fisiche umane e a trovare un modo per valutare il peso corporeo in modo più accurato rispetto alla semplice misurazione del peso, da solo.

 

Nel 1832 presentò il suo lavoro “Sur l’homme et le développement de ses facultés, ou essai de physique sociale”, in cui introdusse l’idea di utilizzare il rapporto tra il peso e altezza come indicatore del peso corporeo standardizzato.

 

Quetelet non aveva intenzione di creare uno strumento per valutare la salute individuale, ma piuttosto per studiare le caratteristiche della popolazione nel loro insieme, ma nel corso degli anni, l’IMC è diventato uno strumento ampiamente utilizzato per valutare identificare i rischi per la salute legati direttamente al peso.

 

La popolarità dell’IMC è cresciuta notevolmente nel corso del tempo, soprattutto nel XX secolo, quando è stato adottato dall’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) e da altre istituzioni sanitarie come strumento di screening per l’obesità e il sovrappeso.

 

L'INDICE DI MASSA CORPOREA - IMC

L'INDICE DI MASSA CORPOREA - IMC

Oggi l’IMC è utilizzato in tutto il mondo come indicatore generale dello stato ponderale e della salute, anche se è importante ricordare che ha alcune grosse limitazioni. Non ci credi? Nel film “I GEMELLI” Arnold Schwarzenegger e Danny De Vito avevano entrambi un IMC di 34!!!

L'INDICE DI MASSA CORPOREA - IMC

L'INDICE DI MASSA CORPOREA - IMC
L'INDICE DI MASSA CORPOREA - IMC

L'INDICE DI MASSA CORPOREA - IMC

Parlando di limitazioni, l’IMC:

 

– non tiene conto della composizione corporea

L’IMC non distingue tra massa grassa e massa magra, perciò due individui con lo stesso IMC possono avere composizioni corporee molto diverse, ad esempio uno potrebbe avere una maggiore massa muscolare e uno una maggiore percentuale di grasso corporeo. Questo significa che l’IMC potrebbe sovrastimare il grasso corporeo in individui molto muscolosi o sottovalutarlo in individui con una bassa massa muscolare. Vedi sopra…

L'INDICE DI MASSA CORPOREA - IMC

– non considera la distribuzione del grasso corporeo

L’eccesso di grasso addominale è associato a un rischio maggiore di malattie cardiache e diabete, mentre quello sulle cosce e sui fianchi è potenzialmente molto meno dannoso.

SOTTOTITOLO

– non tiene conto della statura

L’IMC considera solo l’altezza, senza distinguere tra le proporzioni corporee, pertanto le persone alte risultano sempre avere un IMC più alto.

SOTTOTITOLO

– non è adatto a tutti

L’IMC è stato sviluppato principalmente per la popolazione media adulta e potrebbe non essere affatto accurato per bambini, adolescenti, anziani, atleti ecc., che richiedono strumenti di valutazione completamente diversi; nei bambini, ad esempio, si utilizzano le curve di accrescimento.

SOTTOTITOLO

L'INDICE DI MASSA CORPOREA - IMC
L'INDICE DI MASSA CORPOREA - IMC
L'INDICE DI MASSA CORPOREA - IMC

SOTTOTITOLO

Nonostante tutte queste limitazioni, l’IMC è ancora ampiamente utilizzato per diversi motivi:

 

– semplicità di calcolo

Questa caratteristica rende l’IMC facilmente utilizzabile in molte situazioni, compresa l’autovalutazione, gli ambienti clinici e di ricerca.

SOTTOTITOLO

– screening

Un IMC elevato è associato a maggior rischio di malattie cardiache, diabete e altre condizioni correlate all’obesità.

SOTTOTITOLO

– standardizzazione

L’IMC fornisce una misura che può essere utilizzata per confrontare il peso di individui all’interno di una popolazione o diverse popolazioni.

SOTTOTITOLO

SOTTOTITOLO

 Insomma, nonostante critiche e limitazioni, l’IMC rimane uno strumento utile e conveniente per valutare il peso corporeo a livello di popolazione e individuale, specialmente quando è utilizzato insieme ad altre misure e valutazioni cliniche, come:

L'INDICE DI MASSA CORPOREA - IMC

– circonferenza vita

Misurare la circonferenza della vita può fornire informazioni sulla distribuzione del grasso corporeo, in particolare sull’eccesso di grasso addominale. Un’elevata circonferenza vita è associata a un aumentato rischio di malattie cardiache e diabete.

SOTTOTITOLO

– percentuale di grasso corporeo

Questa misurazione valuta la quantità di grasso corporeo rispetto al totale del peso corporeo. Può essere misurata tramite tecniche come la bio-elettroimpedenziometria, la plicometria o la scansione a raggi X a doppia energia (DEXA).

SOTTOTITOLO